Affinity Publisher, primo sguardo.

Oggi è stato reso disponibile Affinity Publisher, il software di impaginazione che fà parte dei prodotti Affinity insieme ad Affinity Photo e Affinity Designer.

Lo abbiamo subito scaricato ed installato sul nostro MacBookPro ed ora condividiamo con voi alcune informazioni sul test che abbiamo fatto.

Poichè il nostro collega  ha scritto un breve articolo sulle funzioni di testo, che potete leggere qui, noi ci siamo concentrati sull’inserimento di alcuni formati immagine.

Abbiamo iniziato inserendo alcune immagini su una pagina A4 e qui di seguito vedete il risultato.

Abbiamo inserito un’immagine in formato .psd con una maschera di trasparenza (l’immagine della palma), come potete notare, la maschera è stata mantenuta e sotto si vede l’immagine della motocicletta che è stata salvata in formato .tif.

Nella parte destra dell’immagine in alto, abbiamo inserito un’immagine di un iPad con il tracciato di scontorno salvato in Photoshop ed abbiamo notato che il tracciato non viene considerato da Affinity Publisher, dobbiamo indagare più approfonditamente per capire il motivo! Se invece inseriamo un’immagine in formato .psd con lo sfondo traparente, come l’immagine del papero giallo, allora la trasparenza viene mantenuta.

Per quanto riguarda gli altri formati: .jpg, .png e bitmap, ecco i risultati del nostro test.

Il formato .jpg (immagine della pianta di bacche rosse) viene correttamente inserito, il formato .png (icona dell’app dell’Apina Pina) mantiene la trasparenza. Per quanto riguarda l’immagine in formato .psd bitmap del sorriso, abbiamo notato che non risulta trasparente, come accade in InDesign.

Successivamente abbiamo fatto delle prove con i formati di file vettoriali e con un PDF. E qui abbiamo avuto delle belle sorprese.

Abbiamo inserito per primo un logo in formato .ai, realizzato con Illustrator, il logo si trova in un file che presenta altre varianti dello stesso situate su delle tavole di disegno. Il logo presente sulla prima tavola di disegno è stato correttamente posizionato sulla pagina. Facendo doppio click sul logo si apre un’ulteriore finestra di editing  e, come potete vedere nell’immagine qui sotto, le tavole di disegno sono state mantenute.

A questo punto non abbiamo resistito alla curiosità di provare a vedere se il logo fosse modificabile e cosa sarebbe accaduto spostando e modificando le tavole di disegno.

PRIMA PROVA: modifica del logo. In questo ambiente di editing è possibile modificare il testo ed il colore degli oggetti. Se viene chiusa la finestra di editing il logo sulla pagina risulta modificato.

SECONDA PROVA: spostamento dell’ordine delle tavole di disegno. Le tavole di disegno possono essere spostate con il trascinamento, ma la chiusura della finestra di editing non aggiorna il logo sulla pagina.

TERZA PROVA: cancellazione delle tavole di disegno per verificare se la modifica avviene sulla pagina. Abbiamo cancellato le tavole di disegno ed abbiamo lasciato solo quella con il logo con le ciliege, poi abbiamo chiuso la finestra di editing.

L’immagine sulla pagina è stata aggiornata.

Per quanto riguarda il formato .eps, abbiamo inserito una bandiera italiana ed abbiamo visto che la trasparenza viene correttamente mantenuta.

 

Come ultimo test abbiamo inserito un file .PDF multipagina realizzato con InDesign ed abbiamo notato quanto segue. Il file viene correttamente posizionato sulla pagina, facendo doppio click sul PDF si apre la finestra di editing di cui sopra ed è possibile modificare il PDF, noi abbiamo cambiato colore e dimensione alla scritta “life”.

Come ultima prova abbiamo voluto cancellare una pagina del PDF e vedere se l’immagine sul foglio veniva modificata. A differenza del formato .ai di cui sopra, quando abbiamo cancellato la pagina, è comparsa una finestra di avvertimento per poter confermare l’operazione.

Subito dopo l’immagine del PDF sulla pagina è stata aggiornata.

Dedicheremo del tempo a testare questo nuovo programma d’impaginazione per verificare se può essere un’alternativa ad Adobe InDesign, continuate a seguirci per scoprirlo con noi!

Nel frattempo, se siete curiosi di scaricare e provare Affinity Publisher, potete farlo da qui.

2018-08-31T19:46:57+00:00agosto 31st, 2018|All, News|