Il futuro della realtà aumentata secondo Adobe

Adobe ha condiviso sul proprio blog l’anteprima di Project Aero (clicca qui per vedere il Video), un nuovo strumento che permetterà ai creativi di ideare contenuti in grado di fondere realtà e digitale.

La forza della realtà aumentata sta nella sua potente capacità comunicativa, in grado di coinvolgere l’utente in un’esperienza a tutto tondo.

Per questo Adobe, da più di 35 anni al servizio della creatività, sta sviluppando nuovi strumenti in grado di aiutare i designer ed i creativi di tutto il modo.

Si tratta, in realtà, di una tecnologia non nuova, ma in crescita, per cui Adobe collaborando con Apple e Pixar, aggiungerà il suo supporto per il nuovo formato “.usdz” alla Creative Cloud.

I designer quindi potranno creare contenuti AR attraverso la combinazione di Photoshop Cc e Dimension Cc.

Tali contenuti saranno poi fruibili nativamente sui device Apple, l’azienda di Cupertino sta a sua volta lavorando per diventare la piattaforma di riferimento della realtà aumentata.

Il sistema di Project Aero è pensato sia per sviluppatori che creativi e consentirà la costruzione di scene AR che sfruttino ARKit di Apple, e la possibilità di trasportare i contenuti in Xcode per un ulteriore sviluppo e finalizzazione.

Nonostante sia un nuovo mezzo quindi la realtà aumentata di Adobe si basa sulle stesse risorse che i creativi hanno sempre utilizzato, come immagini, video e contenuti 3D. I creativi saranno in grado di padroneggiare un nuovo “propulsore alla diffusione di AR” nel futuro.

L’anteprima di Project Aero si è tenuta durante The Festival of the Impossible, in cui Adobe ha collaborato con quindici artisti.

Per ulteriori dettagli in merito, non ci resta che attendere l’Adobe MAX che si terrà in autunno.

2018-07-19T12:13:44+00:00 luglio 4th, 2018|All, News|