Nuovo eBook Per la Fondazione Dolci: Mezzo secolo di arte bresciana nella penna di Luciano Spiazzi.

copertina-LUCIANO-SPIAZZI

Dalla collaborazione tra Studio 361° e Fondazione Dolci è nato un altro bellissimo eBook interattivo dedicato, questa volta, a Luciano Spiazzi.

Studio 361° è  lieto di cooperare con Fondazione Dolci: contribuendo così a mantenere vivo il ricordo di questi grandi artisti bresciani che la Fondazione Dolci ha deciso di commemorare grazie a questi splendidi volumi ora disponibili anche in digitale.

Grazie a questa iniziativa, chiunque, in tutto il mondo, può scaricare e leggere gratuitamente in lingua italiana ed inglese, questi volumi.

Prima di descrivere il nuovo eBook pubblicato poche settimane fa sugli store, vorremmo raccontare in breve la storia della Fondazione Dolci, che ha permesso la raccolta di informazioni e poi la stesura del libro che oggi ci consente di conoscere e tramandare la vita di Luciano Spiazzi e di altre grandi personalità bresciane.

La Fondazione Dolci

Nata del 2004, grazie all’iniziativa della Sig.ra Angiolina Bettoni Dolci (1939-2010), come Ente morale senza fini di lucro, la Fondazione ha lo scopo principale di valorizzare le figure degli artisti bresciani ed in particolare del pittore Martino Dolci (1912-1994), favorire ed incrementare la creatività artistica dell’ambiente bresciano promuovendo l’amore per l’arte anche con l’assegnazione di un premio annuale ad un giovane artista bresciano, dato per la prima volta nel settembre 2005.

direzione-fondazione-attiale
I componenti della Fondazione Dolci. Da sinistra: Antonio Maggi, Giacomo Busi, Eugenio Busi, Ermes Pasini e
Giovanni Marchina.

Una delle principali opere che la Fondazione ormai da anni sta producendo è la stesura, la stampa e la diffusione delle monografie dedicate agli artisti bresciani scomparsi.
Iniziata nel 1996 con la prima monografia dedicata a Martino Dolci che potete trovare in versione digitale su iBooks Store, raggiungibile anche dal nostro sito nella pagina dell’eBook e App.
Ha raggiunto oggi la 18a monografia dedicata a Luciano Spiazzi. Sono già state annunciate le prossime due dedicate a Giuseppe Merigo e l’altra a Ugo Aldrighi.

Tutte le monografie della Fondazione Dolci.monografie-tutte

 L’eBook “Luciano Spiazzi – Mezzo secolo di arte bresciana nella penna di Luciano Spiazzi”

Abbiamo chiesto ad Ermes Pasini, consigliere della Fondazione, di raccontarci brevemente chi fu Luciano Spiazzi e quindi di capire perché hanno scelto di dedicare la 18a Monografia alla sua persona:

Luciano Spiazzi, critico d’arte e giornalista, per lunghi anni principale curatore delle pagine dedicate all’arte per i quotidiani “Bresciaoggi” e “Giornale di Brescia” – trova qui riunite le sue migliori segnalazioni dedicate ai pittori della realtà artistica bresciana.

Egli è stato il più attento osservatore, veritiero e fine critico, del movimento del Novecento, di cui si è proposto come narratore e interprete, frequentando quotidianamente con passione e curiosa generosità tutti gli studi degli artisti, fino a divenire, in altre parole, la penna artistica di Brescia.

In questo e-Book a lui dedicato, grazie alle possibilità di consultazione offerte dalla tecnologia, il lettore può compiere inedite attività di comparazione e conoscenza. Ammirare un’opera dell’artista senza le costrizioni di formati, ingrandendo o allontanando l’immagine secondo preferenze. Contemporaneamente può leggere i passi più significativi dedicati da Luciano Spiazzi all’artista, recuperando la freschezza del rimando critico intrecciandolo con l’analisi personale dell’opera. Ancora: grazie alle modalità di ricerca e incrocio dei dati, è possibile comparare e approfondire le varietà della scrittura del critico Spiazzi, ricercando concordanze o ricostruendo linguisticamente espressioni e rimandi incrociati.
Per poi tornare all’insieme, nell’immediato rapporto fra scrittura e pittura, due segni di una stessa arte, quella amata da Luciano Spiazzi.

Con questo secondo volume in digitale – il primo è dedicato a Martino Dolci – prosegue quindi l’iniziativa che si prefigge di avvicinare al mondo dell’arte bresciana un numero di giovani sempre maggiore, una biblioteca digitale da abbinare alla corposa biblioteca di volumi cartacei custoditi in Fondazione Dolci.”

screen480x4803 screen480x480 screen480x4802

Alcune pagine dell’eBook di Luciano Spiazzi.

Studio 361° ringrazia ancora Fondazione Dolci per questa grande opportunità, sperando di ripetere l’esperienza e di arricchire ancor più  la libreria digitale di Fondazione Dolci.

2017-05-19T15:25:20+00:00 aprile 5th, 2017|News|