Storytelling – vendere una storia e non un marchio

Da alcuni tests é emerso che i punti a favore della vendita di una storia sono i seguenti:
1- le storie ispirano la gente. Se una storia è ben raccontata, può toccare molte persone. Se una storia è legata una causa  c’è un’alta probabilità che gli spettatori si sentano incoraggiati a condividere le informazioni. Il passaparola è ancora uno dei più potenti (se non il più potente) metodi per diffondere le informazioni. Oltre alle persone che comprano il prodotto, che è la cosa più importante per il successo del vostro marchio, esse ne parlano ed amplificano l’effetto.
2 – Le persone si relazionano con la storia. Se le persone vengono coinvolte emotivamente dalla vostra storia, saranno più propensi ad acquistare il Vostro prodotto. Le persone hanno bisogno di sentire il “bisogno del prodotto“, e molte volte questo bisogno è subliminale. Le persone coinvolte in una storia, possono improvvisamente vedere come funzionerà nella loro vita e come potrebbe migliorare la loro situazione. I personaggi della storia li influenzeranno ed essi saranno persuasi dalla logica del bisogno del prodotto, mentre in realtà sono stati persuasi emotivamente.
3 – Una storia mantiene l’attenzione più a lungo. Quando le persone sono coinvolte in un racconto, la loro attenzione dura di più. Un buon esempio sono gli spots pubblicitari, quelli ben fatti, funzionano anche con il volume muto ed attraggono ugualmente la nostra attenzione.
4 – Una storia ti rende più credibile. Ogni buona storia mette in evidenza i difetti della vita e le persone non sono perfette. Se un’azienda sta vendendo il proprio marchio invece di una storia, spesso il marchio si presenta come perfetto ed è qualcosa che non è credibile. Inoltre è necessaria una buona dose di fiducia da parte del consumatore per provare un nuovo prodotto. Se vendete una storia, risulterete più credibili, affidabili e le persone saranno più propense ad acquistare il vostro prodotto.
5 – Una storia vi rende meno intimidatori – Poichè le grandi società hanno spesso abusto dei loro poteri in vari modi sulle masse, le persone sono diventate più scettiche. Se il marchio evoca questi sentimenti che hanno reso scettiche le persone, è più difficile vendere il prodotto. Le persone sono diventate più “sagge” e si pongono più domande. La gente si sente più lontata dalle grandi azienda,  se si racconta una storia, improvvisamente non si appare come una grande o piccola azienda, ma si diventa un vicino di casa, un amante, un membro della famiglia, o un amico. Quando le persone non sono intimidite dalla pubblicità sono molto più aperte all’idea di consumare il prodotto, puro e semplice.
6 –
Sembrare interessati e prendersi cura del vostro interlocutore. Le storie hanno lo scopo di dimostrare qualcosa. Se dimostrate di essere interessati, preoccupati e si mette da parte lo scopo della pubblicità per la vendita. Se non sembrate egoisti ed avete una buona causa, un fine che porta qualcosa di positivo e di buono nella giornata dei vostri interlocutori, saranno più rilassati e propensi ad ascoltarvi ed assecondarvi.

Raccontare una storia invece di vendere un marchio ha dimostrato di essere un metodo di pubblicità molto più efficace.
Applicare questa strategia oggi può dare maggiore successo al vostro marchio! Raccontateci la vostra esperienza in merito.

 Storytelling

2017-05-19T15:25:28+00:00 agosto 26th, 2014|News|